1. Vai ai contenuti della pagina
  2. Vai al menu principale di navigazione
  3. Vai al menu di sezione
  4. Vai alla fine della pagina

torna in alto

Contenuti della pagina

Simona Quadarella in Comune

“La campionessa fra di noi” è il titolo dell’iniziativa organizzata dal Comune di Monte Argentario in collaborazione con il Centro Studi Don Pietro Fanciulli e la Commissione Comunale Pari Opportunità. L’Argentario ospita una delle figure simbolo dell’estate appena trascorsa, Simona Quadarella, medaglia d’oro nei 1.500 stile libero di nuoto ai campionati mondiali di Gwangju 2019, che sarà nella sala consiliare del Municipio di Porto S. Stefano sabato 21 settembre alle ore 17:30 per essere intervistata dai giornalisti Paolo Mastracca e Massimo Sandrelli.

All’incontro parteciperanno gli atleti delle società sportive del territorio e tutti coloro che vorranno saperne di più di questa giovane donna che ha già un palmares importante, una ragazza che sarà davvero interessante conoscere nelle sue molteplici sfaccettature.

Simona Quadarella nasce a Roma nel 1998. Inizia a nuotare sin dalla tenera età ed entra nel mondo agonistico a soli otto anni nella Società Polisportiva Delta Roma. Quattro anni più tardi entra a far parte della Società Sportiva Circolo Canottieri Aniene. Nello stesso anno (2012) ottiene il primo podio negli 800sl ai campionati invernali di nuoto categoria ragazze, terza con il crono di 9'01"78. Sempre nel 2014 Simona prende parte ai campionati europei giovanili di nuoto che si svolgono a Dordrecht (Paesi Bassi), dove è prima negli 800 e nei 1500 metri stile libero; diventa poi la prima nuotatrice italiana a ottenere una medaglia d'oro ai Giochi olimpici giovanili estivi che si svolgono a Nanchino (Cina), grazie alla gara degli 800 stile libero; l'anno successivo, nel 2015, ai campionati primaverili nella stessa gara raggiunge il secondo gradino del podio. Da lì è stata una rapida escalation. Cresce con il tecnico Christian Minotti al Circolo Canottieri Aniene, diventa vigile del fuoco. Col terzo posto ai mondiali di Budapest  nel 2017 si fa conoscere a livello planetario, l'anno scorso domina 400, 800 e 1500 agli europei di Glasgow e a luglio scorso si conferma con uno straordinario oro ai mondiali di Gwangju nella distanza dei 1500 stile libero.  Le manca la medaglia olimpica che potrebbe arrivare tra 12 mesi.


Porto S.Stefano, 18 settembre 2019




torna in alto

Menu di sezione





torna in alto

Fine della pagina