1. Vai ai contenuti della pagina
  2. Vai al menu principale di navigazione
  3. Vai al menu di sezione
  4. Vai alla fine della pagina

torna in alto

Contenuti della pagina

Mostra "Tratti astratti" alla Fortezza

Apre domenica 1° settembre alla Fortezza Spagnola di Porto S.Stefano una nuova mostra, si tratta di “Tratti astratti” tra i fondali, un’attenta selezione di artisti e opere effettuata da Alessandra Lusini, ideatrice e organizzatrice dell’evento.

 

Con il sostegno all’iniziativa offerto dal Comune di Monte Argentario e dal Club UNESCO Grosseto-Maremma, sempre attenti a cogliere le occasioni di valorizzazione del territorio, la mostravuole proporre al pubblico un’esperienza densa di suggestioni, un percorso ambizioso di fusione tra uomo, natura e mistero. In una parola, il mare.

 

Pennellate di mare a tentare l’esplorazione del mistero supremo, impenetrabile, celato nelle profondità dei fondali interpretato dalle sensibilità artistiche di Sergio Biliotti, Enzo Gambelli e Stefano Sardelli, “domatori” di materia bruta trasformata in arte e innovative tecniche realizzative. Percorsi espressivi differenti tra loro, apparentemente senza o con pochi punti di contatto ma, infallibilmente, orientati alla comunicazione diretta, spontanea, con gli strati più profondi delle emozioni umane.  

La cornice rappresentata da uno sguardo gettato all’intorno, quasi casualmente ma in realtà con fine attenzione per il più minuto particolare, fissato nelle fotografie di Luca Liserani, garbato omaggio alla straordinarietà del territorio di Monte Argentario, sospeso tra mare, cielo e bellezza. Così l’ideatrice spiega l’esposizione.


Il tutto presentato nel contenitore, non meno evocativo e pregno di significati, della Fortezza Spagnola, austero gigante di pietra concepito per allontanare che oggi però apre le sue severe architetture all’incontro, luogo di cultura di un territorio che vive con consapevole orgoglio il proprio passato storico. 

 

 

Orario visite: tutti i giorni, 10.30-12.30 / 16.00-19.00

 

 

 

Monte Argentario, 30 agosto 2019




torna in alto

Menu di sezione





torna in alto

Fine della pagina