1. Vai ai contenuti della pagina
  2. Vai al menu principale di navigazione
  3. Vai al menu di sezione
  4. Vai alla fine della pagina

torna in alto

Contenuti della pagina

Il blu in mostra a Forte Stella

Unicolor dal 4 al 17 agosto a Forte Stella. Sarà inaugurata domenica 4 agosto alle ore 18.00 la mostra fotografica Un unico colore, il colore oltre il mare, il colore blu”.

Blu era la veste accademica del filosofo nell’antica Roma, il colore della santità nell’ebraismo, il colore di Krishna nell’induismo. In Cina rappresentava il cielo e l’immortalità, in Occidente i nuovi nati, il lutto nel Borneo, la sofferenza per l’indigeno, la pietà nella Kaballah. Gli imperatori Cinesi vestivano il blu per adorare il cielo, per gli Egiziani rappresentava virtù, fede e verità, in Gallia era indossato dagli schiavi ed era il colore del Tempio di Nabucodonosor dedicato al pianeta Mercurio. A Gerusalemme il blu inciso a mano sulle porte significava protezione e in Marocco una macchia blu dipinta dietro l’orecchio di uno sposo ostacolava il male. Nelle perle blu dell’Africa orientale rappresentava la fertilità, in Siria avvolgere una corda blu intorno al collo di un animale equivaleva a proteggerlo dalla morte e in Irlanda il colore del giorno di San Patrizio non era il verde ma il blu. Il colore blu ha avuto una lunga e incredibile storia, ed ogni storia sul colore è una storia sociale, la nostra storia.

La mostra si concentra sullo sviluppo e sull’uso di questo straordinario colore e sui significati che ha assunto nella società per conoscere attraverso le opere l’intrigante storia di questo pigmento e per comprendere le culture che l’hanno prima odiato poi amato ed infine reso essenziale arrivando a raccontare come il ruolo mutevole di questo colore unico si sia riflesso nelle nostre vite, in ognuno di noi.

 

Orari : tutti i giorni 17.00 – 21.00

 

Monte Argentario, 2 agosto 2019

 




torna in alto

Menu di sezione





torna in alto

Fine della pagina