1. Vai ai contenuti della pagina
  2. Vai al menu principale di navigazione
  3. Vai al menu di sezione
  4. Vai alla fine della pagina

torna in alto

Contenuti della pagina

Mostra "Aenigma" di Eduardo Fiorito

Mostra fotografica “Aenigma” di Eduardo Fiorito dal 30 luglio al 18 agosto in Fortezza


Ha come titolo “Aenigma” il progetto fotografico di Eduardo Fiorito che sarà ospitato nella Fortezza Spagnola di Porto Santo Stefano dal 30 luglio al 18 agosto 2016. Una esposizione che lega il sacro della Natura alla monumentalità religiosa e che è appena reduce dal successo ottenuto in Russia con la produzione dell’HSE University di Mosca. Il progetto fotografico, diviso in tre capitoli (Childhood, Age of Light e Earth), rappresenta una sorta di pellegrinaggio fotografico che ha origine nella monumentalità romana delle chiese e delle cattedrali per giungere lì dove il grande Tempio della Natura è rimasto ancora inviolato dalla mano dell’uomo. In Fortezza interverranno Gerald Bruneau (fotografo di fama internazionale), Daria Nikolyuk (responsabile dell’ufficio internazionale dell’HSE-University di Mosca) e Francesca Perti (direttrice della Galleria Baronato Quattro Bellezze di Roma).


Il mistero del sacro - racconta Raul Wittenberg nel suo scritto critico sull’autore - dello stupore con cui indaga su temi impegnativi come l’esistenza, qui risente di una storia millenaria. Una storia che possiamo scoprire sia nelle vestigia del passato, sia nei luoghi simbolo della religiosità, sia negli spettacoli più suggestivi che offre la Natura. Testimoni di questa esperienza sono ora una bambina, ora un adulto che avanzano come esploratori in questi mondi rivelatori d’un vivere precario. L’artista usa la tecnica fotografica come la tavolozza di un pittore, e interviene sul reale per immergerlo in una struggente nostalgia”.

“Aenigma” documenta pertanto la lunga e appassionata ricerca sull’evoluzione dell’immagine, portata avanti nel corso degli anni dal fotografo italiano in diversi paesi del mondo, tra cui Italia, Brasile, Egitto, Malta, Croazia, Islanda, Thailandia, Indonesia, Costa Rica, con un focus particolare dedicato all’origine della monumentalità romana e alla sacralità del suo panorama artistico.



Porto S. Stefano, 29 luglio 2016




torna in alto

Menu di sezione





torna in alto

Fine della pagina